Calcio: la Jesina stende il Chieti e accorcia le distanze

22/02/2015 - Bella prestazione della Jesina, che conquista tre punti importanti contro il Chieti, avvicinandolo in classifica portandosi, soprattutto, ancor più lontana dalla bassa classifica, che ormai il team di Bacci può cominciare a guardare con distacco.


Certo, la squadra ospite si è presentata a ranghi incompleti, mister Ronci, tra squalificati e infortunati, doveva fare a meno di 6 giocatori, ma il calcio è anche questo. Ditelo a Bacci, che domenica scorsa ha dovuto affrontare la capolista Maceratese, in circostanze del tutto simili. Rimediando una sola rete. Proprio per questo la prestazione attuale dei leoncelli acquista maggior valore.

Si parte con il Chieti che sembra voler mantenere il più possibile il controllo della palla e dettare i ritmi, ma già dopo un quarto d’ora è la Jesina a prendere in mano la partita.
Per ben due volte Traini, autentico gladiatore in un campo reso scivoloso dall’umidità, prova a violare la porta ospite, con due azioni del tutto simili, al 14’ e al 17’; nella prima occasione è il portiere Placidi a salvarsi, mandando in angolo, nella seconda occasione la punta jesina manda sul fondo.

Al 25’ porta ospite ancora in pericolo: Frulla di testa, da buona posizione, manda sul fondo. Il Chieti si fa vivo raramente, a questo punto cerca più di contenere che offendere, a parte qualche giocata di Orlando.

Al 28’ ci prova Di Pietro, da una trentina di metri, ma Tavoni non si fa sorprendere, spedendo in angolo a pugni chiusi.

Al 31’ Traini costringe Rapino a un placcaggio in area di stampo rugbistico, con la conseguente espulsione per fallo da ultimo uomo e l’assegnazione del penalty. Francia dal dischetto manda sul fondo, senza inquadrare la porta.

Al 43’ Francia cerca di farsi perdonare lasciando partire una staffilata, respinta faticosamente da Placidi. Un minuto dopo (44’) la Jesina trova il vantaggio. Calcio di punizione dal limite dell’area di rigore; sulla palla Frulla e Mattia Cardinali. Dopo la finta di Frulla, il secondo lascia partire un diagonale imprendibile, che si incassa a fil di palo, alla destra del portiere, proteso in tuffo. 1-0!

La rete è la chiave di volta per l’intero match, dal momento che cambia gli equilibri del gioco. E’ da questo momento in poi che il Chieti dà l’impressione di sentire l’uomo in meno, tra l’altro la Jesina è brava a crearsi degli spazi.

Già dopo neanche un minuto di gioco, a inizio di ripresa, la Jesina si fa ancora pericolosa; Traini irrompe in area ospite, lanciato in profondità da Mattia Cardinali, la conclusione è ribattuta dal portiere in uscita.

Al 9’ la Jesina raddoppia, colpo di testa molto angolato di Francia, la palla carambola prima sul palo, poi sulla schiena del portiere Placidi e finisce in fondo alla rete. Gol da attribuire, senza meno a Francia. 2-0!

Al 19’ l’unica vera occasione per il Chieti, gran botta di Giron, altrettanto bella la risposta di Tavoni che spedisce in corner.

La Jesina non rallenta, continuando a dominare la scena: al 23’ Traini sfiora un palo, cercando la conclusione di precisione, al 35’ Frulla conclude dal limite, ma Placidi manda in angolo.

Il 3-0 arriva al 36’; calcio d’angolo battuto da Mattia Cardinali, il difensore Giammarino, nel tentativo di anticipare Pierandrei, devia maldestramente nella propria porta.

Al 38’ Pierandrei, servito da un altruista Traini, colpisce malamente la palla, mandando alto, praticamente a porta vuota.

Al 39’ capolavoro di Frulla, che spedisce la palla proprio all’incrocio dei pali sinistro. Per il portiere ospite non c’è scampo. 4-0 e match in archivio!

Successo meritato, punizione eccessiva per il Chieti, si può dire tutto e il contrario di tutto; la sostanza è che servivano i tre punti e sono arrivati con precisione svizzera, alla fine di novanta minuti da manuale. Il giusto premio a questa squadra, che aspettava da qualche tempo una vittoria così netta. Niente male, alla vigilia della trasferta di San Benedetto del Tronto, una delle più impegnative di questo girone di ritorno, soprattutto per le polemiche dell’andata.  

JESINA – CHIETI 4-0  

Jesina: Tavoni, Nicola Cardinali, Calcina (2’ st Marini), Frulla, Tafani, Tombari, Sassaroli (34’ st Carnevali), Mattia Cardinali, Traini, Francia (28’ st Brighi), Pierandrei. All.: Bacci.

Chieti: Placidi, Sgambato, Giron, Perfetti, Rapino, Di Pietro, Prinari (28’ st Napoli), Lagzir (14’st Giammarino), Broso (30’ st Lorenzoni), Orlando, Diop. All.: Ronci.

Reti: Arbitro: Bendandi di Ravenna. Reti: 44’ pt Mattia Cardinali, 9’ st Francia, 36’ st Giammarino (autorete), 39’ st Frulla.

Note: ammoniti, 18’ pt Prinari, 22’ pt Rapino, 38’ pt Calcina, 4’ st Traini. Espulso al 31’ pt Rapino per fallo da ultimo uomo. Corner: 4-3
Spettatori: 500 circa.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-02-2015 alle 19:47 sul giornale del 23 febbraio 2015 - 814 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, Jesina, chieti, serie d, gianpiero francia