Un 'Viaggio Pertiniano' per presentare il libro di Cuccodoro: tappa anche a San Giovanni Teatino

sandro pertini 03/03/2016 - Nell’anno che ricorda il 120° della nascita del Presidente Pertini e a 26 anni dalla scomparsa si tengono quattro significativi eventi dedicati alla figura di questa altissima e straordinaria, sempre amata, personalità della nostra epoca, che ha recato un contributo essenziale alla formazione e allo sviluppo della democrazia italiana.

L’Osservatorio Istituzionale per la libertà e la giustizia sociale “Sandro e Carla Pertini”, come osserva il prof. Enrico Cuccodoro, docente di diritto costituzionale nell’Università del Salento e Coordinatore nazionale dell’Osservatorio Pertini, ritiene opportuno richiamare i valori e i moniti civili e morali che un “combattente” come Sandro Pertini ha testimoniato nella sua eroica vita e che sono guida indelebile, tanto per la cittadinanza che lo ricorda con affetto e rimpianto, quanto per le più giovani generazioni che proprio a lui possono guardare come intransigente esponente politico e grande educatore per la libertà, giustizia sociale, moralità politica e di affermazione prioritaria dei principi della pace nel mondo.

Davanti alle difficoltà del momento ispirare i comportamenti istituzionali e politici, nel solco dell’insegnamento coerente espresso nella sua esistenza dal Presidente Pertini, costituisce, senz’altro, oggi, una priorità per riportare azione politica e indirizzi di impegno concreto ed equilibrato lungo linee di saggezza, realismo e costruttiva umanità. Insomma, una ricetta di sano patriottismo e di incrollabile fede civile e morale, per dare all’Italia quel colpo d’ala indispensabile ad intercettare innovazione e ripresa, soprattutto con l’originale spinta di giovani preparati e volenterosi, alfieri di legalità, entusiasmo e coerente determinazione, appunto come Sandro Pertini desiderava fossero tali nuove generazioni. Davvero, come quelle migliaia e migliaia di ragazze e ragazzi che egli non smetteva mai di incontrare e di stimolare verso l’amore sincero e integrale per l’Italia e il suo futuro democratico e di benessere istituzionale e sociale.

Afferma il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel suo diretto saluto che ha scritto al prof. Cuccodoro (come le altre più alte cariche dello Stato hanno pure voluto manifestare autorevole partecipazione con loro messaggi personali, dal Presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso, la Presidente della Camera dei deputati Laura Boldrini, il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, il Vice Presidente del Consiglio Superiore della Magistratura on. Giovanni Legnini): “Sandro Pertini, con sua moglie Carla Voltolina, è rimasto nel ricordo e nell’affetto degli italiani e deve costituire anche in futuro un punto di riferimento per suscitare, con il suo esempio, virtù civili e morali tra i nostri concittadini e, in particolare, fra i giovani nei quali egli poneva vigorosa speranza e fiducia per il progresso della Nazione”.

Il prof. Enrico Cuccodoro presenta il suo libro, con le seguenti tappe del “Viaggio Pertiniano” in corso:
- 28° Incontro pubblico a San Giovanni Teatino, presso l’Aula Consiliare del Municipio, giovedì 10 marzo 2016 ore 17.30, con Luciano Marinucci, Sindaco di San Giovanni Teatino, la presidente dell’Associazione Sandro Pertini Abruzzo, Veltra Muffo, Massimiliano Mezzanotte Università di Teramo, Amedeo D’Addario, architetto, Pierluigi Tenaglia, presidente Ordine avvocati di Chieti, Max Franceschelli, giornalista RAI UNO.
- 29° Incontro pubblico a Macerata, presso Galleria degli Antichi Forni, Piaggia della Torre, venerdì 11 marzo 2016 ore 18.00, con Alessio Botticelli “L’Appennino camerte e Radio C1 in Blu", Francesco Ruggiero, direttore artistico, Marta Cerioni, Università Politecnica delle Marche.
- 30° Incontro pubblico in Ancona presso la sede regionale dell’A.N.P.I., Piazza Roma 22, sabato 12 marzo 2016 ore 17.00 con Leonardo Animali, coordinatore A.N.P.I. Marche, Alessio Botticelli “L’Appennino camerte e Radio C1 in Blu”, Marta Cerioni Università Politecnica delle Marche.
- 31° Incontro pubblico a Matelica, presso la Sala Convegni M. Boldrini, Palazzo Ottoni – Piazza E. Mattei, sabato 12 marzo 2016 ore 21.30, con Alessandro Delpriori, Sindaco Città di Matelica, Giuseppina Foglia, presidente Fondazione “Enrico Mattei”, Antonio Trecciola, Dirigente Scolastico, Alessio Botticelli “L’Appennino camerte e Radio C1 in Blu", Marta Cerioni, Università Politecnica delle Marche.

In occasione della manifestazione serale a Matelica il prof. Enrico Cuccodoro terrà a segnalare il trittico di italiani integerrimi, che tanto meritano partecipata riconoscenza popolare. Proprio nella Città cara al familiare ricordo di Enrico Mattei nella sua operosa Terra marchigiana, oltre al ricordo per Sandro e Carla Pertini (in questa Regione attiva staffetta partigiana, che subì l’arresto e poté poi evadere) si serba memoria anche di un imprenditore illuminato, dalla fortissima caratura sociale, quale fu Adriano Olivetti.

Pertini, Mattei e Olivetti consideravano, appunto, indispensabile per lo sviluppo del Paese il rapporto costruttivo nella società con i giovani, vero capitale da spendere per un domani di prosperità e di crescita. Il dialogo, l’impegno e le varie prospettive politico-economiche e sociali, pur originate da esperienze e storie personali differenti li hanno accumunati in programmi e realizzazioni di saggia politica, destinati ad aprire piste insperate e a suscitare entusiasmo e seguito d’ideali e di modelli nella ricostruzione post bellica, con lungimiranza e capacità profetica di precorrere i tempi, non per questo utopiche, ma sempre realistiche.

L’Italia di oggi deve a loro gratitudine per genialità, coraggio e fedeltà a ideali di libertà, giustizia sociale e ricerca del bene comune. Siamo davanti a personali esempi di rettitudine e onestà, nella vita pubblica e nel quotidiano agire fra i contemporanei, da additare proprio come modello di energico riferimento alle generazioni dei nuovi cittadini della nostra Nazione, in un tempo ancora difficile che è di forti contraddizioni e formidabili trasformazioni epocali.


da Osservatorio Sandro e Carla Pertini




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-03-2016 alle 19:06 sul giornale del 04 marzo 2016 - 362 letture

In questo articolo si parla di cultura, matelica, sandro pertini, alessandro nardelli, pertini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/auqi